Ti piacciono gli articoli del nostro blog?
Scrivici
Home / Blog
Home / Blog / User eXperience Design / Perché scegliere il Growth Driven Design per il tuo progetto web?
11 luglio 2017

Perché scegliere il Growth Driven Design per il tuo progetto web?

Il GDD, diversamente da un processo di progettazione tradizionale guidato dalle ipotesi, è orientato alla soddisfazione delle esigenze del cliente e alla prosecuzione del rapporto anche dopo il golive del sito.

Nel passato, i progetti dedicati alla progettazione o al redesign di un sito web seguivano tutti, tendenzialmente, la stessa strada.

In primo luogo l'azienda cercava un'agenzia o un partner di riferimento e, una volta delineate aspettative e necessità, dopo circa tre mesi, veniva lanciato il nuovo sito. Fine. Questo processo fino ad oggi sembrava avere un senso, fino all'arrivo del Growth Driven Design. Questo approccio, invece di seguire un processo di progettazione tradizionale guidato dalle ipotesi, è orientato alla soddisfazione delle esigenze del cliente e alla prosecuzione del rapporto anche dopo il golive del sito.

In questo modo si ha l'opportunità di fornire un miglioramento continuo e un valore costante nel corso del tempo.

Abbracciare il GDD consente di diminuire i rischi, tipici del design tradizionale, e tradurre il proprio lavoro in attività orientate alla costruzione di una fiducia crescente tra agenzia e cliente. Una conoscenza approfondita può inoltre portare a strutturare meglio una specifica strategia e a prendere decisioni in modo più riflessive per ciò che concerne le iniziative di crescita e miglioramento continuo.

Come ogni novità, il processo di implementazione presenta la giusta dose di ostacoli. L'obiezione più comune riguarda l'investimento. Per far fronte alle preoccupazioni del clienti è importante sottolineare il valore unico che si sta offrendo con il prodotto di uno specifico lavoro.

 

Articolo_scegliere-il-GDD.jpg

Da che parte iniziare? Ecco alcuni esempi di opzioni da offrire per garantire il miglioramento nel tempo:

  • Identificazione del target e miglioramento del design in corso.
  • Ottimizzazione del tasso di conversione.
  • Personalizzazione dinamica.

Oltre alle insicurezze del cliente è possibile incorrere anche in alcune sfide a livello di agenzia. Infatti, la transizione dal design tradizionale al GDD è un processo che non avviene senza scossoni. Nonostante le prime difficoltà però è difficile che un professionista del settore si opponga alla possibilità di aggiornamento costante di un sito; aspetto che peraltro risulta essere ottimale anche lato vendita.

L'approccio Growth Driven Design il cui obiettivo primario è la soddisfazione delle richieste del cliente in base a specifici bisogni e comportamenti, è un elemento di importante differenziazione a livello aziendale, che può notevolmente influenzare la scelta del potenziale cliente.

Conclusioni

Se non si ha più intenzione di lasciare opportunità sul tavolo, il Growth Driven Design può rappresentare la soluzione che si sta cercando. Gli esperti di Boraso sono a disposizione per analizzare, sulla base di una specifica tipologia di business, il contesto più adatto per lo sviluppo di progetti performanti e cuciti sulla base di specifiche necessità.

 

User eXperience Design | 11 luglio 2017

mockup-growth driven design.png

Growth Driven Design: come lanciare un sito prima e meglio rispetto al design tradizionale

Guida

 Scarica la Guida

Boraso è la prima agenzia full service in Italia di Conversion Marketing specializzata in Conversion Optimization, UX Design, SEO, Media Advertising, eCommerce Magento, e sviluppo di siti web con obiettivi di conversione.

Condividi articolo su:

Ti piacciono gli articoli del nostro blog?

Resta in contatto con noi e ti informeremo anche sui nostri eventi e convegni.

Oppure chiama il Numero Verde 800.947.500